Stampa

Miglionico - la piccola Napoli

Dei tre castelli di Miglionico questo è certamente il più importante, perché occupa una parte di rilievo nella storia d'Italia. Si trova in una posizione strategica: sulla sommità di una collina da cui si domina tutta la valle del Bradano.

Il castello (a stella e di origine semita) risale all'VIII-IX secolo d.C. Il conte Alessandro di Andria, nel 1110, fece costruire il piano superiore del maniero, mentre quello inferiore già esisteva ed era malridotto.

Alcuni signori del castello:

secoli XI-XI: I conti di Andria

Il castello, con la sua geometrica tipologia, ha la forma di un parallelogramma, fiancheggiato da sette torrioni, alcune quadrate (le più antiche), due bitorri e altre circolari, poste ai vertici della costruzione e frutto, probabilmente, di uno dei tanti rifacimenti e ristrutturazioni che l'edificio ha subito durante i secoli.

Nell'anticamera della Sala della Stella venivano ricevuti i confidenti e veniva anche consumato il diritto-delitto dello ius primae noctis. Ogni sposa, la prima notte di matrimonio, la trascorreva insieme al barone il quale, l'indomani mattina, le donava un gioiello. Qualche volta al posto della sposa si presentava lo sposo vestito da donna, approfittando dell'oscurità. In una di queste occasioni un barone venne massacrato e ucciso in un locale che si trova nei pressi del castello che fu chiamato "La vergogna del barone".

La parte più bella del castello è la Sala della Stella o degli spiriti, che ha affacci sulle vallati circostanti. Poiché in questa sala vi sono delle nicchiette intagliate molto belle (praticamente degli scrigni), nelle quali venivano custoditi gli ori, i tesori, la zecca delle monete, i libri preziosi, i documenti, si pensò di chiamarla in questo modo per spaventare la gente, perché non andasse a rubare. Sulla parte esterna degli scrigni sono scolpiti dei pavoni, simboli dilunga vita e di eternità. L'importanza e la bellezza della stanza, però, è proprio nell'architettura (soffitto a stella), simile a quelli presenti nella Martorana di Palermo. La Sala della Stella era la parte più segreta del castello cui potevano accedere solo i fedelissimi. Era anche la più munita e difesa.

Dalla sala della Stella si accedeva direttamente nel Salone del Malconsiglio, dove si tenne nel 1485 la congiura dei Baroni. Il loggiato per accedere al salone dall'esterno è settecentesco, mentre il camminatoio è molto più vecchio, del 1400.

miglionico

Utilizziamo i cookie per rendere il nostro sito piĆ¹ fruibile. Se prosegui la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information